Che cosa è una rottura retinica?

80% dell'occhio è riempito di corpo vitreo (una sostanza simile alla chiara dell'uovo), che dà all'occhio il suo contorno rotondo. Questo è incrociato da milioni di fibre molto fini di tessuto connettivo, che sono fissate senza bloccare più o meno alla superficie retinica. Nella maggior parte dei pazienti, il vitreo con l'età prende delle aderenze tenaci con alcune zone retiniche provocandone delle trazione e successivamente delle rotture della retina.  Ciò crea un foro retinico.

Così le rotture retiniche sono fori nella retina che accadono principalmente quando il corpo vitreo davanti alla retina e ne tira su la parete provocando degli "strappi". Questo determina un' infiltrazione di liquido al di sotto della retina attraverso la rottura. Di conseguenza la retina in quell'area si stacca dagli altri strati retinici. 

Tipi di rotture retiniche

Le rotture retiniche possono essere periferiche o maculari.

Le rotture periferiche includono:

Rotture ad Opercolo in cui un piccolo pezzo di retina è fissato così saldamente alle fibre del vitreo che è tirato subito, determinando il distacco della retina.

Rotture a ferro di cavallo, dove uno strappo a forma di U o a ferro di cavallo si presenta nella parte posteriore della retina. In questo caso l'opercolo può determinare l'accesso del fluido sotto la retina determinando il suo distaccamento.

Fori atrofici, che sono i tipi più comuni. Questi sono fori attraverso lo spessore completo della retina. È solitamente tondo e la zona circostante può o non può essere pigmentata. 

Sintomi delle rotture retiniche

Solitamente il paziente non si accorge della rottura retinica periferica e il problema rimane misconosciuto pino alla visita dallo specialista. Il sintomo più comune, che il paziente può avvertire è la presenza di miodesopsie, o di flash luminosi. Le miodesopsie sono piccole macchiette o strisce nere che compaiono nel campo di visivo.Quando una rottura retinica si trasforma in un distacco retinico si può avere la perdita di visione periferica in quell'area, come conseguenza del distacco della retina in quella zona. La perdita di visione periferica in quell'area, tuttavia, è un segno sottile nella maggior parte dei casi e solitamente è scarsamente riconoscibile dal paziente. 

Diagnosi e gestione

Le rotture retiniche dovrebbero essere cercate in ogni caso di distacco posteriore del vitreo. Il vitro dovrebbe essere esaminato con attenzione come pure la retina periferica. L'individuazione tempestiva è importante per impedire lo sviluppo nel distacco della retina e nella perdita associata della visione.

Il trattamento dipende il tipo e posizione della rottura. Gli strappi sintomatici dell'alettone portano il più grande rischio per la progressione a distacco della retina. La fotocoagulazione laser permette di  sigillare le rotture retiniche,  inducendo la fibrosi intorno all'area trattata, tenendo saldamente attaccati gli strati retinici.

ORARIO PRENOTAZIONI TELEFONICHE:

 

Lunedi-Venerdi: 10:00\13:00

 

Sabato: 10:00\11:30

Tel: 06.61.46.44.1